Nepi ( VT ) - 01036

La Tagliata Dei Cavoni Nepi

Le “Forre”, che rappresentano l’elemento geomorfologico caratteristico del territorio, sono delle larghe valli delimitate da pareti sub-verticali scavate dalla millenaria azione erosiva dei torrenti sul substrato vulcanico,depositatosi a seguito delle attività eruttive dei due complessi vulcanici, Vicano in misura maggiore, e Sabatino, datate tra 600.000 e circa 20.000 anni fa. Il protrarsi dell’erosione da parte dei due corsi d’acqua confluenti facenti parte de bacino del fiume Treja, Rio Falisco a nord e Rio Puzzolo a sud, ha isolato uno sperone tufaceo di forma triangolare, delimitato da pareti sub-verticali, dove é edificato il centro storico del paese. L’adattamento dell’uomo a questa morfologia, è la matrice degli sviluppi architettonici e soprattutto urbanistici di ogni insediamento nell’area. I “Cavoni”, caratteristiche vie tagliate di epoca pre-romana, sono vie di comunicazione che univano le Forre coi pianori tufacei, costituiti da fenditure continue operate dall’uomo nella roccia vulcanica delimitate da pareti verticali, come i sentieri naturalistici che percorrono le stesse Forre, sono un’attrazione di particolare fascino.

Le “Forre”, che rappresentano l’elemento geomorfologico caratteristico del territorio, sono delle larghe valli delimitate da pareti sub-verticali scavate dalla millenaria azione erosiva dei torrenti sul substrato vulcanico,depositatosi a seguito delle attività eruttive dei due complessi vulcanici, Vicano in misura maggiore, e Sabatino, datate tra 600.000 e circa 20.000 anni fa. Il protrarsi dell’erosione da parte dei due corsi d’acqua confluenti facenti parte de bacino del fiume Treja, Rio Falisco a nord e Rio Puzzolo a sud, ha isolato uno sperone tufaceo di forma triangolare, delimitato da pareti sub-verticali, dove é edificato il centro storico del paese. L’adattamento dell’uomo a questa morfologia, è la matrice degli sviluppi architettonici e soprattutto urbanistici di ogni insediamento nell’area.

I “Cavoni”, caratteristiche vie tagliate di epoca pre-romana, sono vie di comunicazione che univano le Forre coi pianori tufacei, costituiti da fenditure continue operate dall’uomo nella roccia vulcanica delimitate da pareti verticali, come i sentieri naturalistici che percorrono le stesse Forre, sono un’attrazione di particolare fascino.

Una delle più spettacolari tagliate è quella situata a Nepi: Tagliata Dei Cavoni,strada che scende nella forra del fosso della Massa, durante il tragitto le due pareti tufacee sono molto vicini tra loro che allargando le braccia le si tocca entrambe , superando in alcuni punti i 10 metri di altezza.Lungo il cammino si incontrano nicchie,tombe,incisioni sulle pareti di varie epoche,grotte,croci e fori per le travi di legno degli argani.





Richiedi Informazioni

Le Forre Di Corchiano – Oasi WWF

Un ambiente naturale selvaggio, ricco di bellezze naturalistiche e di importanti testimonianze del passato Il Monumento naturale Forre di...

La Forra Del Fiume Treja

Benché il paesaggio dell’Agro Falisco appaia in lontananza come un’unica e piatta vallata, mossa solo da modeste collinette, l’immagine di...

La Forra Di Rio Maggiore

Civita Castellana, sorge su di un pianoro tufaceo a 147 mt s.l.m., lambito da due corsi d'acqua, il Rio Maggiore e il Rio Vicano. Il 27 ottobre...

Da Corchiano a Vasanello

Dalla Madonna del Soccorso, si segue l’Amerina, in una tagliata, fino alla SP San Luca.Da qui,attraverso un noccioleto, dopo 300msi arriva al...

Da Faleri Novi a Corchiano

Dopo Falerii Novi, il percorso segue la strada comunale fino alla frazione di Falerii. Attraversata la SP Faleriense, dopo 500 m si raggiunge lo...

Da Nepi A Faleri Novi

Da Nepi, imboccando via San Paolo, si segue l’antica via Amerina e, dopo 900 m, si raggiunge un cancello che dà accesso ad un’azienda...

La Tagliata Dei Cavoni Nepi

Le “Forre”, che rappresentano l'elemento geomorfologico caratteristico del territorio, sono delle larghe valli delimitate da pareti...

La Tagliata di Castel D’Ischia

Ai piedi di Monte Ulivo, posto sull’estremità di uno sperone tufaceo, il sito medievale di Castel d’Ischia, sorge sui resti di un...

La Tagliata Fantibassi

Posta poco fuori il centro abitato di Civita Castellana, nei pressi della via Nepesina, la cava buia Fantibassi rappresenta uno dei maggiori esempi...