Azienda Agricola Amadio

L’azienda agricola è nata nei primi anni del Novecento ai piedi dei Monti Cimini, nell’antico comune di Corchiano (in provincia di Viterbo), zona di particolare interesse archeologico e ricca di importanti reperti etruschi.
L’attuale proprietario, Ulderico Amadio, continua oggi l’opera intrapresa dai propri avi, con prodotti che puntano insieme alla tradizione e alla qualità. Per questo il titolare, con la collaborazione dell’enotecnico Pietro De Sanctis, ha iniziato dieci anni fa un progetto di riconversione dei vigneti, reimpiantati a “cordone speronato” su terreni tufacei particolarmente vocati. Qui sono stati impiantati 4.000 ceppi per ettaro. I vitigni sono quelli che meglio si adattano al tipo di terreno e al clima della zona: i rossi Cabernet Sauvignon, Merlot, Sangiovese; i bianchi Malvasia del Lazio (o Malvasia Puntinata), Greco, Sauvignon, Chardonnay, Pinot Grigio e Moscato.
La cantina è tecnologicamente adeguata alla produzione di vini di pregio; in particolare per i rossi è stata realizzata una bottaia interrata interamente scavata nel tufo per ottimizzare la maturazione in acciaio o in botti di rovere e per completare l’affinamento in bottiglia.
Sono attualmente nove i vini IGT prodotti dall’Azienda ed entrambe le linee di bianchi (tre) e rossi (sei) hanno in comune la ricerca della qualità del prodotto. Si elaborano anche tre vini spumanti, spumantizzati con il metodo Charmat lungo; un Brut di uve Pinot e Chardonnay, un rosso dolce di uve Sangiovese e Ciliegiolo, un bianco dolce di uve in prevalenza Trebbiano.
L’azienda agricola Caprignano è in regime di agricoltura biologica certificata dal 1992 ed ha ottenuto la certificazione del marchio Tuscia Viterbese.

Azienda Agricola Olivieri Mara

La Tenuta Olivieri, nasce su di una roccia vulcanica caratteristica della zona, formatasi fra i 600.000 e 300.000 anni fa dal vulcano Vicano, apprezzata dai tempi degli Etruschi e Romani intorno al VII secolo a.C. questa roccia, oltre che per la completa lavorabilità anche per la sua resistenza, l’alta mineralità e il suo inconfondibile colore rosso.
Gli aspetti che abbiamo elencato, resero possibili gli insiediamenti di queste antichissime civilità all’interno di valli formate da cori d’acqua mantenedole intatte sino ai giorni nostri.